FIFA 18 per PS4, Xbox One e PC, la recensione

FIFA 18 per PS4, Xbox One e PC, la recensione

Tra i giocatori italiani e FIFA c’è un rapporto speciale da anni, quando ancora non si chiamava così e girava sulle prime generazioni di PC e console. EA Sports è riuscita, nel corso delle generazioni, a perfezionare il suo rapporto col calcio fino a renderlo, di fatto, la prima scelta per gli appassionati di pallone simulato. Un primato che è riuscita a strappare alla concorrenza a colpi prima di licenze ufficiali, che di fatto restano quelle più complete sul mercato anche quest’anno, ma poi anche grazie ai contenuti, che in questa edizione 2018 continuano con diverse nuove modalità e uno Story Mode che ci propone sia una grafica mozzafiato da guardare che un’ottima esperienza da vivere.

Al di là dell’ottima ricerca spasmodica della perfezione simulativa, che da sola implica gli appuntamenti annuali delle serie sportive più amate, va detto che l’idea di collegare la modalità carriera alla storia di quella dello scorso anno apre una strada “seriale” per FIFA, quando credevamo che non avesse altro da dire. A tutto questo si aggiunge l’anima online del gioco, viva e vibrante, con un senso di community molto forte e (quasi sempre) ben gestito.

Editore: Electronic Arts
Sviluppatore: Electronic Arts
Piattaforme: PS4 (versione testata), Xbox One, Windows
Prezzo: 69,99€ (console), 59,99€ (PC)

9

Giudizio

Proprio come la precedente ma con ancora più squadre e campionati, questa edizione di FIFA ridefinisce il franchise ed è perfetta sia per veterani che per nostalgici della serie di calcio di EA. L'azienda ha trovato un ottimo equilibrio tra forma e sostanza, nonostante gli aspetti di personalizzazione non sempre al massimo della versatilità.

Post correlati