Doom per Nintendo Switch, la recensione

Doom per Nintendo Switch, la recensione

Non avremmo mai pensato che un gioco uscito nel 2016 per rinverdire i fasti della storica saga di Doom sarebbe diventato sul finire del primo anno di vita di Switch la prova del nove della vera “resistenza al futuro” della nuova console Nintendo. Per assurdo, questa conversione di Doom è più utile di un Super Mario Odyssey per capire che cosa possiamo aspettarci dai prossimi anni di vita di questo inatteso e meritato successo commerciale. In altre parole: Switch è imbattibile per quanto riguarda i giochi di Nintendo, ma che cosa succede quando cerca di comportarsi come una PlayStation 4?

La prima, vera risposta è questo Doom, che ha l’onere di aprire questo trend che a breve porterà sullo schermo da sei pollici di Nintendo altri kolossal da console tradizionali come L.A. Noire, Skyrim e Wolfenstein II. Leviamoci subito il dente: Doom su Switch è lo stesso identico gioco delle versioni per PS4 e Xbox One, né migliore né peggiore. Uno sparatutto in prima persona frenetico e velocissimo, sorprendentemente più debole online che in single player. Non manca nulla, anzi ci sono tutti i DLC usciti su altre console e l’hub online è identico agli altri. Non si tratta di una versione castrata in nessun modo se non dal punto di vista tecnico: 30 frame al secondo anziché 60 e la risoluzione che resta a 720p sia in versione portatile che su TV. Meno pulita, forse meno fluida, la grafica è in tutto e per tutto scalata (ovviamente verso il basso).

D’altro canto, questa coraggiosa conversione aggiunge a Doom la portatilità di Switch, quindi il guadagno resta a nostro avviso maggiore di quanto si possa essere perso tecnicamente. Inoltre, se i controlli con i Joy-Con possono essere difficoltosi, un Controller Pro risolve egregiamente la situazione. In definitiva, Bethesda ha dimostrato chiaramente che Switch non solo può coesistere con le rivali, ma può tranquillamente far parte della famiglia senza sentirsi la sorella sfigata.

Editore: Bethesda Softworks
Sviluppatore: id Software, Panic Button
Piattaforme: Switch
Prezzo: 59,99€

8.5

Giudizio

Come gioco, Doom è sicuramente uno sparatutto in prima persona arcade e frenetico che va assolutamente giocato. Ma come conversione, Doom su Switch va premiato senza esitazioni: a fronte di un breve smarrimento quando si prova a fare un confronto meramente tecnico, il gioco offre l'esperienza completa e senza compromessi su una console che è anche portatile. Il che pone le basi per un futuro di Switch che potrebbe essere molto diverso dalla solita macchina al 99 per cento Nintendo only. Bethesda avrebbe potuto di sicuro estendere il proprio coraggio e non far pagare a prezzo pieno un gioco che su PS4 costa la metà.

Post correlati