Dissidia Final Fantasy NT per PS4, la recensione

Dissidia Final Fantasy NT per PS4, la recensione

La serie Dissidia legata all’universo di Final Fantasy è stato uno dei fiori all’occhiello di PSP, con due capitoli molto apprezzati. Più recentemente, Square Enix si è avvalsa dell’aiuto di Team Ninja per portare nelle sale giochi un maestoso ritorno dei picchiaduro strategici che riuniscono i personaggi di tutti gli episodi della saga, realizzando un complesso titolo di combattimenti tre contro tre. La versione PS4 arriva arricchita da diverse modalità e nuovi personaggi, in previsione di altre aggiunte che arriveranno nel corso dell’anno come nuovi stage e lottatori.

Dissidia Final Fantasy NT è molto più simile a un episodio online di Final Fantasy rispetto a un qualsiasi picchiaduro, visto che sarà necessario tenere conto di moltissimi parametri, delle classi dei personaggi, dei punti vita e delle barre per combo e mosse speciali. Il gioco ha una forte componente online, e vincere scontri random (anche offline) è di fatto l’unico modo per proseguire nella modalità storia, che ci svelerà il perché della collisione di dimensioni in modo breve ma abbastanza interessante.

Si tratta indubbiamente di un gioco per i fan, che ritroveranno quasi sicuramente i loro personaggi preferiti del loro Final Fantasy preferito. C’è qualche assente illustre, ma nulla che un futuro DLC non possa risolvere. Bisogna dire che per ottenere risultati nel gioco bisogna lavorare strenuamente di strategia, e per farlo sarà necessario scontrarsi con un’intelligenza artificiale degli alleati sotto la media, un matchmaking non sempre perfetto, e una certa quantità di caos a schermo che mal si sposa con la richiesta tassativa di ponderare ogni singolo attacco.

Editore: Square Enix
Sviluppatore: Koei Tecmo, Team Ninja
Piattaforme: PS4
Prezzo: 70 euro

6.5

Giudizio

Tecnicamente molto valido, Dissidia Final Fantasy NT è afflitto da alcuni problemi: la gestione dei match online è lenta e farraginosa, la modalità storia è troppo spesso interrotta da scontri random, ed è meglio non fare affidamento sull'intelligenza artificiale rispetto a compagni in carne e ossa con i quali sia possibile comunicare a voce. D'altro canto, una selezione di trenta personaggi e una realizzazione tecnica più che discreta faranno la felicità dei giocatori amanti dei tecnicismi e, soprattutto, della saga di Final Fantasy.

Post correlati