Déraciné per PlayStation VR, la recensione

Déraciné per PlayStation VR, la recensione

Dal team di Dark Souls ci saremmo aspettati qualcosa di completamente diverso, quindi siamo lieti di constatare che c’è ancora chi ha voglia di sperimentare. Déraciné è un gioco pensato esclusivamente per il visore VR di PS4, e utilizza i controller Move per interagire con gli orfani all’interno di un istituto. Lo farete sotto forma di uno spiritello che nessuno può vedere, ma le cui azioni avranno conseguenze sull’orfanotrofio e sveleranno la trama poco per volta.

Artisticamente molto ispirato, con una realizzazione tecnica più che buona per un gioco in VR, Déraciné è un gioco lento e basato fondamentalmente sui puzzle, forte di un’atmosfera ben espressa. Tuttavia, il sistema di controllo è a volte legnoso e il problema fondamentale rimane quello dell’utilizzo del teletrasporto per muoversi da un punto all’altro. Scelta che di fatto aumenta la sensazione di staticità che accompagna tutto il gioco.

Editore: Sony
Sviluppatore: FromSoftware, SCE Japan Studio
Piattaforme: PS4 (PS VR richiesto)
Prezzo: 29,99 euro (PSN)

6

PRO

  • Buona realizzazione tecnica
  • Ottima atmosfera

CONTRO

  • Puzzle ripetitivi
  • Sistema di controllo poco coinvolgente

Post correlati