Battlefield V, la recensione

Battlefield V, la recensione

Uscito dopo due rinvii e privo per ora della modalità Battle Royale che ne costituisce la novità principale, Battlefield V è un nuovo componente della famiglia sempre più vasta di videogiochi pensati come servizi. Nei prossimi mesi il gioco di DICE si arricchirà del succitato tutti contro tutti, arriveranno nuove mappe, nuove modalità. Per ora, il gioco offre un multiplayer da 64 giocatori in otto mappe, e tre storie single player.

Tutte le migliorie apportate da Battlefield 1 sono state mantenute, ma ora viene incentivato il gioco di squadra e il multiplayer si dipana lungo più mappe e ambientazioni in una sorta di campagna alternativa. Per il resto c’è tutto quello che Battlefield ci ha sempre dato, con una realizzazione tecnica curatissima ma ancora qualche glitch all’appello. Si tratta di un gioco che crescerà enormemente nei mesi (verranno introdotte anche le microtransazioni, ora assenti), ma un appuntamento da cogliere subito solamente per i veri appassionati.

Editore: Electronic Arts
Sviluppatore: DICE, Criterion Games
Piattaforme: Xbox One (versione testata), PS4, PC
Prezzo: 70 euro (console), 60 euro (Origin)

7.5

PRO

  • Gameplay profondo
  • Buon single player
  • Personalizzazione e varietà alle stelle

CONTRO

  • Qualche glitch grafico
  • Ancora incompleto
  • Poche mappe disponibili

Post correlati