MotoMods Insta-Share, provato il mod che trasforma lo smartphone in una Polaroid

MotoMods Insta-Share, provato il mod che trasforma lo smartphone in una Polaroid

In occasione della nostra recensione dello smartphone Moto Z2 Force di Lenovo abbiamo avuto occasione di testare la versatilità dei MotoMods, gli accessori modulari compatibili con la serie Moto Z (con aggiornamento dedicato dal 2.0 in su). Grazie a delle back cover che si agganciano magneticamente al telefono, infatti, quest’ultimo può acquisire capacità extra come un cassa audio, un controller da gioco o ancora la capacità di stampare istantaneamente foto e immagini, come con questo Polaroid Insta-Share Printer che abbiamo avuto modo di testare abbinato con un Moto Z2 Play. Nella confezione della stampante è incluso il corpo centrale, che pesa circa 150 grammi e si rivela quindi abbastanza leggero, e un campione di carta fotografica che è la Zink da 2×3 pollici, in versione adesiva. Questo tipo di carta sviluppa la stampa in modo chimico e quindi non ha bisogno di inchiostro ed è molto più veloce nel farlo, a fronte forse di un lieve calo di qualità rispetto alle “classiche” Polaroid.

Il MotoMods Insta-Share Printer si collega magneticamente allo smartphone Motorola compatibile, e ha una sua batteria indipendente.

Il dispositivo viene immediatamente riconosciuto dallo smartphone una volta collegato, ed è subito pronto a scattare. L’Insta-Share è infatti dotata di un tasto fisico per scattare, facile da raggiungere. Il modulo si ricarica in circa 2 ore con un cavo USB-C, e i fogli di carta sono caricati nel vano sotto l’obiettivo. Da notare che è sempre meglio tenerne al massimo due o tre inseriti, perché la stampante tende a incepparsi qualora ci fosse troppa carta al suo interno. Un lieve difetto costruttivo che rende meno immediato l’utilizzo nel caso si volessero scattare più foto di seguito. Il processo di stampa è, di contro, molto semplice: basta scaricare la app dedicata Insta-Share Printer, che vi permetterà di scattare direttamente o importare una immagine che volete stampare. Queste vanno adattate al formato della foto, tramite un semplice pinch, ed è inoltre possibile maneggiarle ulteriormente aggiungendo filtri, sticker e testo. A questo punto è sufficiente premere “Stampa” sullo schermo per vedere la propria foto materializzarsi, già sviluppata. A volte, c’è da dire, la stampante ha bisogno di scaldarsi prima di poter procedere. In questo caso, vi verrà chiesto di aspettare qualche minuto.

L’Insta-Share è compatibile con i fogli Zink da 2×3 pollici, disponibili sia da Polaroid che in formati compatibili. Non richiedono inchiostro per la stampa.

L’Insta-Share Printer è un dispositivo che riporta in auge l’aspetto ludico della fotografia, e ha un gusto vintage che si sposa perfettamente con il design del prodotto, che è forse il suo aspetto più riuscito. Avere una foto cartacea e adesiva di un qualsiasi momento è un’idea che avrà un certo appeal anche sui più giovani, e sebbene il prodotto sia molto simile alle stampanti compatibili Zink in Bluetooth da collegare a qualsiasi altro smartphone, è più leggero, immediato e accattivante della concorrenza. Per quanto riguarda i prezzi, quello di listino per il mod è di 149,99 euro, un prezzo in linea con queste microstampanti senza inchiostro. Per quanto riguarda i fogli adesivi da stampare, una confezione da venti costa intorno ai 12 euro, e va considerato che ne esistono anche compatibili.

Il processo di stampa vero e proprio avviene in tre passaggi, tutti dalla app dedicata: si scatta o si sceglie la foto, si applicano filtri, cornici o adesivi, e si preme “Stampa”.

8

PRO

  • Facilità di utilizzo
  • Compattezza
  • Tasto fisico
  • Carta Zink

CONTRO

  • Deve "scaldarsi"
  • I fogli vanno caricati poco per volta

Post correlati