Porti: azienda italiana, problemi se nuove regole Montenegro

Numero due Confindustria Est Europa, rischi per sicurezza

(ANSA) - BELGRADO, 9 DIC - Un progetto del ministero dei Trasporti e degli Affari marittimi del Montenegro per allargare ad altri concessionari la gestione dei servizi di pilotaggio nell'area del porto di Bar, uno dei più importanti in Adriatico, potrebbe causare problemi alla sicurezza della navigazione. Lo ha detto all'ANSA Erich Cossutta, presidente e socio della società Ocean Montenegro e vicepresidente di Confindustria Est Europa. Secondo Cossutta, le nuove regole violerebbero anche i contratti con l'attuale concessionario, l'Ocean Montenegro, che ha annunciato la possibilità di aprire un arbitrato a Londra e ha informato le istituzioni competenti montenegrine, procura e Agenzia anticorruzione. Ocean Montenegro, controllata dalla Ocean Team di Trieste, è dal 2011 unico concessionario per i servizi portuali nel porto di Bar. Il ministero dei Trasporti montenegrino ha annunciato una gara per l'aggiudicazione di una nuova concessione, giustificandola con un aumento del traffico marittimo. Per Ocean il traffico starebbe diminuendo.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Nuova Europa