Psicanalisi: Melman,populismo ci rende disponibili a estremi

'Uomo si innamora del primo potere che passa'

(ANSA) - TRIESTE, 26 OTT - "Il populismo è il trionfo dell'opinione, è quel che c'è di ingenuamente sentimentale e spontaneo in ciascuno di noi e che ci rende disponibili a tutti gli estremi, benevoli o criminali. Il potere oggi riconosciuto agli algoritmi, aleatori e inventati all'occorrenza, sgrava ora del peso del sapere che era richiesto dalla nostra cultura per controllare l'opinione". Lo afferma lo psicanalista Charles Melman, erede di Lacan, in Italia per una conferenza a Roma sul tema dell'autorità.
    "L'individuo - dice - oggi è abbandonato dalle élites globalizzate, interessate ad altro, dinanzi agli immigrati che per via della religione sembrano sfidare la sua identità, rischia di non trovare altra affermazione di sé che nel sovranismo". E sul perché l'uomo sembra destinato a non essere libero, risponde: "Alla specie umana manca per la propria condotta l'innato sapere istintivo che guida l'animale. In mancanza e per calmare la sua angoscia, l'uomo si innamora e dipende dal primo potere che passa, quale che sia".(ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Nuova Europa