Slovenia: esperto ad ANSA, Krsko non adatta per nucleare

In area si potrebbero registrare forti terremoti

(ANSA) - BELGRADO, 17 OTT - La costruzione di un secondo reattore nucleare alla centrale slovena di Krsko, un'opzione non inedita che le autorità slovene hanno rimesso sul tavolo l'estate scorsa, "non è una decisione saggia", poiché il sito si trova presso "una faglia capace" ('capable fault') dove possono essere registrati anche terremoti forti. Lo ha detto all'ANSA Kurt Decker, geologo austriaco dell'Università di Vienna.
    "Tra tutte le centrali nucleari europee, il sito di Krsko è quello con la più alta sismicità ed elevato grado di rischio sismico", ha aggiunto, sottolineando che la centrale "è localizzata al confine tra le placche adriatica e pannonica, dove le collisioni fra esse risultano in un gran numero di faglie attive e di terremoti, inclusi alcuni forti". "Dal punto di vista sismo-tettonico, il sito è tutt'altro che ideale: le minacce riguardano un significativo rischio sismico e la 'fault capability", la possibile rottura della superficie terrestre a causa del movimento di una faglia attiva durante un sisma".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Nuova Europa