Pordenonelegge: Villalta, sarà festival dei poeti

Nella XX edizione grande spazio anche ad autori stranieri

(ANSA) - PORDENONE, 17 SET - "A Pordenone abbiamo una particolare passione per la poesia e per questa ragione nella 20/a edizione del Festival ce ne sarà tanta, ancora più del solito", ha detto Gianmario Villalta, direttore artistico di Pordenonelegge, al via il 18/9. "Partiamo con alcuni appuntamenti molto attesi che riguardano poeti che stanno nel cuore di tutti noi a cominciare da Federico Tavan, che rimane una sorta di subcoscienza nostra e che intendiamo celebrare degnamente. C'è poi una quantità notevole di poeti italiani. Ci saranno i maggiori: Pusterla, Fiori, De Angelis, Cucchi. Grande rilievo anche a poeti stranieri che vengono da Scozia, Inghilterra, Turchia, Francia, a significare che Pordenonelegge è un posto in cui la poesia trova un suo punto di riferimento, prima di tutto in Italia, ma anche in Europa". Infine "abbiamo addirittura una Libreria della poesia dove incontrarci - ha concluso - ma anche alcuni angoli caratteristici che saranno votati alla poesia, tra cui la suggestiva Loggia del municipio".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Nuova Europa