Entro il 2050 in calo l'aspettativa vita, obesità e diabete

Primario cardiologo a giovani, meno smartphone più sport

(ANSA) - TRIESTE, 17 SET - "Dal 2050 a causa di obesità e diabete e per la prima volta nella storia dell'umanità l'aspettativa di vita inizierà a scendere". Lo detto Andrea Di Lenarda, direttore del Centro Cardiovascolare dell'Ospedale Maggiore di Trieste, a margine dell'incontro dal titolo "Prevenire è vivere, Cammina per la tua salute!", nel contesto della Settimana europea della mobilità sostenibile (Sem 2019), promosso da Comune di Trieste, AsuiTs e associazioni di volontariato e pazienti. I consigli di Di Lenarda sono di "seguire uno stile di vita sano" evitando di "stare fermi, mangiare abbondante o mangiare grasso e non seguire la dieta mediterranea". L'appello del direttore del Centro Cardiovascolare è di educare in particolare i più giovani "che ormai passano il loro tempo tenendo in mano gli smartphone senza fare attività fisica negli oratori o nelle società sportive.
    L'obesità sarà la patologia che nel XXI secolo determinerà, a metà secolo, una prima discesa dell'aspettativa di vita nella storia dell'umanità". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Nuova Europa