Ilaria Alpi: D.Luchetta, dopo 25 anni ancora nessuna verità

Vedova giornalista ucciso in Bosnia commemora vittime

(ANSA) - TRIESTE, 19 MAR - "Sono passati 25 anni anche dall' assassinio di Miran e Ilaria a Mogadiscio, avvenuto appena due mesi dopo quello di Marco, Saša e Dario (Marco Luchetta, Saša Ota e Dario D'Angelo; ndr) e al fatto terribile in sé si aggiunge l'amarezza di non essere arrivati da nessuna parte nella ricerca della verità su quanto accaduto". E' l'accusa lanciata da Daniela Schifani, vedova di Marco Luchetta e presidente della omonima Fondazione che si occupa di bambini vittime della guerra, nel corso di una cerimonia di commemorazione di Miran Hrovatin e Ilaria Alpi, uccisi il 20 marzo 1994 a Mogadiscio, mentre lavoravano per il Tg3.
    "Ad oggi - ha proseguito - abbiamo solo un'indagine che si avvia ad essere archiviata. Ricordando Miran non riusciamo a non pensare anche a Giulio Regeni, un altro caso che sta a cuore alla Fondazione e in cui la ricerca della verità è nascosta da un muro di gomma. Un ultimo pensiero, poi, viene spontaneo rivolgerlo ad Antonio Megalizzi". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Nuova Europa