Incendi: madre e figlio morti a Grado

In nottata a fuoco la loro casa. Aperta inchiesta

Due persone, una donna e suo figlio, sono morte la notte scorsa nella loro abitazione, in via Riva Foscolo, a Grado (Gorizia), uccisi dal fumo dell'incendio che ha distrutto la loro abitazione. Le vittime sono Elida Iussa, 87 anni e il figlio Roberto Corbatto, 51. L'allarme è scattato attorno a mezzanotte quando i vicini hanno notato fiamme uscire dall'appartamento, situato all'ultimo piano, occupato dai due. Quando i vigili del fuoco del Comando provinciale di Gorizia sono riusciti a spegnere il rogo hanno notato i due corpi stesi nei rispettivi letti: sarebbero morti a causa del fumo, che li ha soffocati. Pare che le fiamme si siano sprigionate in salotto, forse per cause accidentali come un corto circuito o un mozzicone di sigaretta lasciato acceso. La Procura della Repubblica di Gorizia ha autorizzato la rimozione delle salme. Possibile che venga disposta l'autopsia. Si procede per un avvenimento accidentale ma solo gli accertamenti tecnici predisposti permetteranno di fare luce sulla vicenda.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Nuova Europa