Avvelenamento da tallio: arrestato nipote vittime

Sarebbe stato lui a somministrare il metallo pesante

(ANSA) - MONZA, 7 DIC - Svolta nel caso del tallio: i carabinieri di Desio hanno arrestato il nipote delle vittime, Mattia Del Zotto, 27 anni. E' accusato di triplice omicidio volontario e tentato omicidio. Sarebbe lui il presunto autore dell'avvelenamento da tallio dei nonni paterni e di una zia a Nova Milanese. Le vittime sono Giovanni Battista Del Zotto, 94 anni, Patrizia Del Zotto 62 anni e Maria Gioia Pittana 88 anni.
    Ricoverate in ospedale altre cinque persone. Il gip del Tribunale di Monza ha integralmente accolto la richiesta della Procura della Repubblica nei suoi confronti. Il giovane è ritenuto responsabile non solo del triplice omicidio dei nonni e di una zia, ma anche di tentato omicidio nei confronti di altre cinque persone: nonni materni, marito della zia deceduta, altra zia e badante dei nonni paterni. Tutti avvelenati per l'ingestione di solfato di tallio.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Claudio Berlingerio - Ad Maiores

Così "Ad Maiores" rivoluziona il mondo delle case di riposo a Trieste

Claudio Berlingerio e Tiziana Kert, titolari di una moderna Residenza per anziani ci raccontano le ultime frontiere normative.


Idrotermozeta

Tecnologia e risparmio energetico: segni distintivi degli impianti Idrotermozeta

L'azienda di Trieste, leader nella progettazione di impianti di riscaldamento e condizionamento, si racconta nelle parole di Paolo Zacchigna e Federico Cok: «Il nostro sguardo è proiettato al futuro»


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Nuova Europa