Bosnia: delegazione Rep. Srpska in visita in Friuli VG

Ministro Industria, con Italia 14% totale scambi estero

(ANSA) - TRIESTE - L'Italia è il secondo partner commerciale della Repubblica Serba di Bosnia ed Erzegovina (Repubblica Srpska) e rappresenta il 14% del volume di scambi con l'estero.

E' stato il ministro dell'industria e dell'energia Petar Dokic, a capo di una delegazione istituzionale della regione balcanica, a metterlo in evidenza a Trieste, nella sede del Consiglio regionale del FVG, in due incontri con il presidente Franco Iacop e con i presidenti di Commissione, Renzo Liva e Vittorino Boem.

"Guardiamo con particolare favore al Friuli Venezia Giulia - ha evidenziato Dokic - per i legami e le collaborazioni che sono già in essere e per quelle che auspichiamo potranno nascere intensificando i nostri rapporti. Auspichiamo inoltre tempi brevi per il rinnovo del protocollo d'intesa siglato con la Giunta regionale e una sua implementazione. Con l'Italia l'interscambio ha un valore di 500 milioni di euro, la quantità di merce che esportiamo è praticamente identica a quella che importiamo, le nostre realtà economiche sono pienamente soddisfatte di questi rapporti, grazie ai quali l'Italia è al terzo posto a livello mondiale come investitori".

Iacop ha messo in evidenza i legami storici tra i due Paesi, in particolare con la regione e con Trieste, città che ha avuto uno sviluppo e una crescita a cui ha contribuito anche la presenza attiva e importante della comunità serba. "Ma il Friuli Venezia Giulia - ha aggiunto - ha molte esperienze interessanti da offrire anche in altri campi, dal turismo all'agroalimentare, dalla tutela e dalla valorizzazione dell'ambiente alla filiera del legno, solo per citarne alcuni".

La visita della delegazione Srpska prevede una serie di incontri a realtà economiche e scientifiche: a Trieste all'azienda Step Impianti, al parco scientifico e tecnologico Area Science Park e con una delegazione della Camera di commercio di Trieste e Gorizia e della Camera di commercio italo-serba; domani, nella Destra Tagliamento, nella sede pordenonese di Finest un focus su legno, energia, tessile, conciario, zone economiche speciali - settori nei quali si concentra principalmente l'export - e una visita all'azienda Fantinel a Spilimbergo. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Nuova Europa