Crac Cirio: Cassazione, 4 anni a Geronzi

Tre anni coperti da indulto. Nuovo processo per Cragnotti

(ANSA) - ROMA, 6 OTT - Per il crac Cirio, la Corte di Cassazione ha confermato la condanna a quattro anni di reclusione per il banchiere Cesare Geronzi. Tre anni sono coperti da indulto. La sentenza è definitiva.
    Nuovo processo, invece, per l'ex patron della Cirio Sergio Cragnotti: la Cassazione ha annullato con rinvio la condanna per il crac della società in relazione al capo d'accusa più grave, la cosiddetta vicenda 'Bombril', per il quale aveva avuto una pena di sette anni di reclusione, diventati otto anni e otto mesi per gli altri reati contestati. Per Cragnotti "è un risultato straordinario", ha detto il difensore Massimo Krogh.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Idrotermozeta

Tecnologia e risparmio energetico: segni distintivi degli impianti Idrotermozeta

L'azienda di Trieste, leader nella progettazione di impianti di riscaldamento e condizionamento, si racconta nelle parole di Paolo Zacchigna e Federico Cok: «Il nostro sguardo è proiettato al futuro»


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Nuova Europa