San Rocco, 'testimonial' ante litteram prevenzione peste

Venezia realizzò barriera con lazzaretti. Una mostra a Trieste

(ANSA) - TRIESTE, 22 SET - L'icona di Rocco di Montpellier - divenuto santo perché, nel viaggio di devozione verso Roma negli anni della peste in Italia (1367-1368), si accorse di aver contratto il morbo e si autoemarginò nel bosco per non infettare altre persone, e fu salvato da un cane che lo alimentò - fu utilizzata come testimonial nell'attività di prevenzione della peste. Prevenzione elaborata dalla Repubblica di Venezia, che, negli anni successivi all'epidemia, costruì lazzaretti nei porti dell' Adriatico che impedirono il diffondersi del morbo.
    Iniziativa senza precedenti poi adottata in tutto il mondo.
    Lo spiega la mostra "Venezia e Trieste sulle rotte della ricchezza e della paura", inaugurata il 22 settembre (fino al 22 dicembre) al Civico Museo del mare, sede che in passato ospitò il primo lazzaretto della città, dedicato a San Carlo, ultimato nel 1730.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Claudio Berlingerio - Ad Maiores

Così "Ad Maiores" rivoluziona il mondo delle case di riposo a Trieste

Claudio Berlingerio e Tiziana Kert, titolari di una moderna Residenza per anziani ci raccontano le ultime frontiere normative.


Idrotermozeta

Tecnologia e risparmio energetico: segni distintivi degli impianti Idrotermozeta

L'azienda di Trieste, leader nella progettazione di impianti di riscaldamento e condizionamento, si racconta nelle parole di Paolo Zacchigna e Federico Cok: «Il nostro sguardo è proiettato al futuro»


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Nuova Europa