Medico morto a Udine: periti, errore macchina cuore-polmone

Incidente probatorio in inchiesta Procura, il 30/5 udienza gip

(ANSA) - UDINE, 19 MAG - L'ex presidente dell'ordine dei medici di Udine Luigi Conte è morto per una embolia gassosa cerebrale prodotta da un allestimento sbagliato della macchina cuore-polmone da parte del tecnico perfusionista, con inversione accidentale del tubo che, invece di aspirare il sangue, ha pompato l'aria nella circolazione arteriosa del paziente: è la conclusione a cui sono giunti i tre consulenti tecnici incaricati dal gip di Udine di chiarire in incidente probatorio, nell'ambito di un'inchiesta condotta dalla Procura friulana, le cause del decesso del medico, morto il 2 febbraio in ospedale a Udine, dove era stato sottoposto a un intervento chirurgico al cuore. La conclusione della relazione, depositata in tribunale in vista dell'udienza del 30 maggio in cui sarà discussa in contraddittorio, è stata anticipata dal Tgr Fvg. Per i consulenti l'errore potrebbe essere stato favorito dalla mancata standardizzazione nel set up delle pompe.Sarebbero mancate alcune procedure che avrebbero potuto correggere l'iniziale errore.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Sergio Prevarin - Vineria Fabbri

Riapre la Vineria Fabbri

A due mesi e mezzo dall’incendio provocato da un corto circuito, il titolare Sergio Prevarin spalanca le porte del suo locale a Lignano Sabbiadoro


Gennaro Cortegiano - Abile Pronto Casa

Vent’anni di Abile Pronto Casa

Idraulico, vetraio, fabbro, tapparellista, artigiano edile esperto in ristrutturazioni: fu Gennaro Cortigiano a portare a Trieste nel 1997 il servizio di Pronto intervento 24 ore affrontando ogni tipo di emergenza


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Nuova Europa