Crac Fadalti, undici condanne per bancarotta

Assolti gli imputati di Friulia

(ANSA) - PORDENONE, 19 MAY - Il Tribunale di Pordenone ha condannato undici imputati per il reato di bancarotta nell'ambito del processo per il crac della Fadalti Spa di Sacile, azienda che all'epoca era leader nel settore dell'edilizia. Le pene più rilevanti sono per bancarotta fraudolenta: 4 anni e 9 mesi al presidente del Cda Piero Fadalti e all'amministratore delegato Alvise Faotto. Quattro anni e 6 mesi sono stati inflitti all'amministratore Gabriele Verardo, 4 anni a Luisa ed Emanuela Fadalti, rispettivamente vicepresidente e amministratore. Altri 6 imputati hanno ricevuto pene massime di 2 anni per bancarotta semplice e preferenziale. Assolti gli imputati di Friulia, la finanziaria regionale: si tratta di Alessandro Mulas, all'epoca dei fatti amministratore e direttore investimenti, di Franco Biasutti e dell'amministratore delegato Federico Marescotti. Assolti anche i componenti del collegio sindacale. E' stata riconosciuta infine una provvisionale di 500 mila euro in favore di Mediocredito Fvg e di 5 milioni a beneficio dell'amministrazione straordinaria Fadalti Spa in liquidazione. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Sergio Prevarin - Vineria Fabbri

Riapre la Vineria Fabbri

A due mesi e mezzo dall’incendio provocato da un corto circuito, il titolare Sergio Prevarin spalanca le porte del suo locale a Lignano Sabbiadoro


Gennaro Cortegiano - Abile Pronto Casa

Vent’anni di Abile Pronto Casa

Idraulico, vetraio, fabbro, tapparellista, artigiano edile esperto in ristrutturazioni: fu Gennaro Cortigiano a portare a Trieste nel 1997 il servizio di Pronto intervento 24 ore affrontando ogni tipo di emergenza


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Nuova Europa