Isis: Lamiya(Premio Sakharov),ancora 2.500 bimbi prigionieri

Ospite alla Fondazione Luchetta Trieste per un giorno

(ANSA) - TRIESTE, 18 MAR - "Sono 2.500 i bimbi yazidi rapiti dall'Isis e ancora prigionieri. Molti vengono impiegati come schiavi, schiavi sessuali oppure addestrati per combattere, tanti vengono venduti anche più volte, come in un mercato.
    L'Europa può fare molto per la causa yazida, per dare voce al massacro e proteggere la comunità da nuove violenze, creando anche aree protette dove possa vivere". E' la testimonianza di Lamiya Aji Bashar, giovane yazida vincitrice, insieme con la coetanea Nadia Murad, del Premio Sakharov 2016 assegnato loro dal Parlamento europeo, ospite oggi della Fondazione Luchetta Ota D'Angelo Hrovatin, che si occupa di bimbi con gravi problemi, in un incontro organizzato dal Premio Luchetta.
    Lamiya, prigioniera delle forze Isis per anni, venduta più volte e riuscita infine a fuggire ma riportando ferite al volto causate da una mina che l'hanno parzialmente sfigurata, da quando ha vinto il premio ha "accresciuto il suo impegno per aiutare i bimbi yazidi". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Nuova Europa