Fisco: Gdf scopre evasione imposte aerotaxi a scalo Trieste

Oltre 230 mila euro non pagati per 1. 500 passeggeri trasportati

(ANSA) - GORIZIA, 24 FEB - La Guardia di Finanza dell'aeroporto di Trieste-Ronchi dei Legionari (Gorizia) ha scoperto un'evasione dell'imposta erariale valutata in circa 230 mila euro da parte di 100 compagnie private di aerotaxi che hanno utilizzato lo scalo del Friuli Venezia Giulia dal 29 aprile 2012 al 31 gennaio 2015.
    L'imposta era stata introdotta nel 2011, e prevede che i passeggeri di aerei non di linea debbano pagare alla compagnia 100 euro in caso di tragitto inferiore a 1.500 chilometri e 200 oltre i 1.500 km.
    Le Fiamme Gialle hanno esaminato migliaia di dati acquisiti dalla società Aeroporto FVG Spa, incrociandoli con le proprie banche dati, ricostruendo tutti i voli e i passeggeri. E' stata così quantificata l'imposta dovuta da ciascuna società e mai pagata, attraverso l'anagrafe tributaria. Quasi cento le società di aerotaxi italiane e straniere che non avevano pagato, per il trasporto di circa 1.500 passeggeri, per un'imposta di 230 mila euro che è stata segnalata all'Agenzia delle Entrate. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Diego Maggio e Thea Keber - Accademia Cranio-Sacrale Trieste

I professionisti della Tecnica Cranio-Sacrale si formano da Trieste in tutta Italia

All’Upledger Italia - Accademia Cranio-Sacrale si sono formati fino a oggi 400 esperti della tecnica che arriva dall’Upledger Institute International – Usa, fondato dal dottor John E. Upledger


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Nuova Europa