Maxi evasione fiscale su commercio legname scoperta da Gdf

Iva non pagata, denaro intascato fraudolentemente. 2 denunciati

(ANSA) - VENEZIA, 15 FEB - Una maxi evasione fiscale nel settore del commercio del legname è stata scoperta dalla Guardia di finanza a Caorle (Venezia) portando alla denuncia dei due amministratori succedutesi alla guida di un'azienda, un italiano ed un romeno. Secondo quanto ricostruito dalle fiamme gialle dal 2010 al 2014 somme sarebbero state sottratte al fisco attraverso l'omessa presentazione di dichiarazione, versamenti e sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte. Ricavi non dichiarati per quasi un milione e mezzo di euro, 5 milioni di costi indeducibili, Ires evasa per oltre un milione e settecentomila euro, trecentomila euro di Iva sottratta al fisco, oltre un milione di euro di Iva non versata e un altro milione di euro distratti fraudolentemente a procedure esecutive già pendenti. Sono le condotte illecite che, alla luce del fallimento di una società su richiesta dalla Procura di Pordenone saranno valutate anche ai fini della bancarotta fraudolenta. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Vincenzo settimo - Edil Impianti Trieste Srl

Edil Impianti Trieste Srl sfida la crisi, vince e raddoppia il fatturato

L’azienda guidata da Vincenzo Settimo nel 2014, si è accreditata come marchio di qualità nel settore delle ristrutturazioni edilizie e costruzioni, avviando partnership con enti pubblici


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Nuova Europa