Bullismo: papà ragazzina, famiglia distrutta e ferita

'Nostra figlia ha bisogno di serenità, no attacchi mediatici'

(ANSA) - PORDENONE, 19 GEN - "Siamo una famiglia distrutta e ferita da quanto accaduto": lo ha riferito all'ANSA il padre della ragazzina che ieri mattina ha cercato di uccidersi lanciandosi dal secondo piano della palazzina dove abita, a Pordenone, denunciando di essere rimasta vittima di presunti atti di bullismo.
    "Non intendiamo rilasciare alcuna dichiarazione - ha aggiunto - perché abbiamo affidato la gestione del caso al nostro avvocato. Nostra figlia ha bisogno di serenità e non possiamo permetterci un assalto mediatico. Ha dodici anni e deve stare lontano dai riflettori".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Nuova Europa