Porti: da Fvg assenso a trasferimento Punto franco Trieste

Da scalo Vecchio ad altre zone del territorio

(ANSA) - TRIESTE, 16 GEN - La presidente del Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, ha formalizzato l'assenso della Regione allo spostamento del regime giuridico di Punto franco dal Porto Vecchio di Trieste ad altre zone del territorio.
    Il provvedimento consente di procedere nell'iter di trasferimento delle aree di franchigia del Porto Vecchio alle aree Teseco e Ezit alle Noghere, all'Interporto, sulle rive del Canale industriale, all'ex stazione doganale di Prosecco. A eccezione dei Punti franchi soggetti a Ezit e all'Interporto di Trieste, gli altri sono amministrati dall'Autorità portuale.
    Ora sarà il Commissario del Governo a procedere con gli ulteriori passaggi previsti dall'emendamento in legge di Stabilità, che prevede che il trasferimento sia effettuato, oltre che previa intesa con il presidente della Regione e con il sindaco di Trieste, anche con altre istituzioni competenti, tra cui Dogane, Capitaneria di Porto, Guardia di Finanza, Polizia di Frontiera e sindaci dei comuni di Monrupino e Sgonico.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Sergio Prevarin - Vineria Fabbri

Riapre la Vineria Fabbri

A due mesi e mezzo dall’incendio provocato da un corto circuito, il titolare Sergio Prevarin spalanca le porte del suo locale a Lignano Sabbiadoro


Gennaro Cortegiano - Abile Pronto Casa

Vent’anni di Abile Pronto Casa

Idraulico, vetraio, fabbro, tapparellista, artigiano edile esperto in ristrutturazioni: fu Gennaro Cortigiano a portare a Trieste nel 1997 il servizio di Pronto intervento 24 ore affrontando ogni tipo di emergenza


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Nuova Europa