Europee: Caritas, serve un'Europa solidale e inclusiva

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 17 MAG - "Serve un'Europa in cui il processo di integrazione prosegua con più forza, alimentato da principi e valori che hanno ispirato i padri fondatori e sono contenuti nella Carta dei diritti fondamentali dell'Unione. Ma anche un'Europa più sociale, solidale, inclusiva, sussidiaria, responsabile. Un'Europa in grado di riconquistare cuori, menti e fiducia dei suoi cittadini". Così il Presidente di Caritas Italiana, mons. Corrado Pizziolo, in un editoriale su 'Italia Caritas' di maggio.

"Globalizzazione e crisi economica hanno lasciato schiere di vinti e rafforzato gruppi ristretti di vincitori", evidenzia mons. Pizziolo aggiungendo che "probabilmente a partire da questi disagi hanno preso avvio, in buona parte d'Europa, il rafforzamento dello stato-nazione - quindi di barriere, chiusure, respingimenti - ma anche, paradossalmente, lo smantellamento dello stato sociale, causa di ulteriore impoverimento di soggetti già poveri". Di qui l'appello di Caritas, a dieci giorni dal voto per le Europee, a pensare ad una Europa "solidale e inclusiva".(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: