Bilancio Ue: Moavero, sciogliere nodo su risorse proprie

'Per Italia inappropriata condizionalità macroeconomica'

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 19 FEB - Sciogliere il "nodo fondamentale" delle risorse proprie, "che devono anche potersi finanziare sui mercati", semplificare "in maniera saggia" le norme e ridiscutere l'esistenza della condizionalità macroeconomica sui fondi strutturali, "che l'Italia ha sempre ritenuto essere inappropriata". Questi alcuni dei punti più importanti per l'Italia nel negoziato sul bilancio dell'Ue per il 2021-2027, evidenziati dal ministro degli esteri Enzo Moavero Milanesi durante il dibattito sul tema al Consiglio Affari generali. "Affrontare il tema delle entrate è altrettanto importante che quello delle uscite. Non è possibile che i principali trasferimenti per la base del bilancio dell'Unione siano i contributi degli Stati membri, che poi indirettamente sono i contributi di chi paga le tasse" ha detto Moavero, che ha invitato nuovamente i colleghi a considerare "l'emissione di titoli di debito garantiti a livello europeo". Il ministro ha ricordato anche il recente voto del Parlamento Ue che chiede la soppressione della 'condizionalità macroeconomica', cioè il legame fra i fondi strutturali e il rispetto delle regole di bilancio. "Paradossalmente andrebbe a colpire proprio le regioni di quei Paesi che maggiormente hanno bisogno d'interventi di riequilibrio", ha commentato Moavero. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: