Difesa: Comitato militare Ue, cogliere sfida tecnologia

Generale Graziano, 'ma resti possibilità intervento umano'

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 29 NOV - "La superiorità tecnologica" attraverso le applicazioni dell'intelligenza artificiale "rappresentano un dovere per la difesa europea e dobbiamo tendere ad incoraggiare la cooperazione tra gli Stati membri al fine di mettere insieme il meglio delle capacità industriali di ciascuno per favorire la creazione di una capacità militare credibile, complessa e con ampio potenziale di crescita". Così il presidente del Comitato militare dell'Unione europea, Generale Claudio Graziano, nel suo intervento alla conferenza annuale dell'Agenzia della Difesa europea (Eda), sul tema dell'adattamento delle attuali forze armate alle tecnologie future, con particolare riferimento ai sistemi automatici e a controllo remoto. Tuttavia, ha evidenziato Graziano, "la sfida sarà sfruttare questi sistemi altamente performanti mantenendo allo stesso tempo la possibilità per gli esseri umani di assumere il pieno controllo della missione in caso di eventi specifici e imprevedibili".(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: