Stoltenberg, bene difesa Ue ma non competa con Nato

Dopo Brexit 80% spesa Alleanza verrà da Paesi extra Unione

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 20 NOV - "Ho dato più volte il benvenuto alla difesa europea, perché può essere complementare alla Nato, aiutare a sviluppare nuove capacità militari, e affrontare la frammentazione del mercato europeo della difesa. Ma allo stesso tempo sono stato chiaro sul fatto che gli sforzi europei non devono competere con la Nato, o duplicarla, perché la Nato resta la base della sicurezza europea". Così il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg, arrivando al consiglio Difesa Ue. "Dopo la Brexit, l'80% della spesa della Nato verrà da alleati non Ue. E anche la geografia conta - evidenzia-. Paesi come Norvegia, Usa, Canada, Regno Unito e Turchia sono importanti per la sicurezza europea. Geografia e soldi sono fatti che non possono essere ignorati". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: