Percorso:ANSA > Europa > Opportunità giovani > Via libera Pe a riforma Rete europea servizi impiego Eures

Via libera Pe a riforma Rete europea servizi impiego Eures

Kyenge (PD), miniera di opportunità per chi cerca lavoro in Ue

03 marzo, 18:00
Via libera Pe a riforma Rete europea servizi impiego Eures Via libera Pe a riforma Rete europea servizi impiego Eures

BRUXELLES  - Traguardo in vista per la nuova Rete europea dei servizi per l'impiego Eures. Il Parlamento europeo ha approvato la riforma Eures (576 favorevoli, 56 contrari e 21 contrari) che mira a contrastare la disoccupazione in Europa rispondendo ai circa due milioni di posti di lavoro tutt'ora vacanti nei 28 Paesi Ue.

 

Tra le misure del nuovo portale, troviamo un sistema di collegamento automatico tra offerte di lavoro e CV inseriti sulla piattaforma, la partecipazione dei sindacati e delle organizzazioni di categoria private, più offerte di lavoro con maggiori informazioni, e il contributo dei centri per l'impiego pubblici a fornire le stesse informazioni e supporto offline ai non esperti del web. Gli eurodeputati hanno aggiunto al testo finale anche la possibilità di agevolare la pubblicazione di offerte di stage e tirocini nei vari Paesi europei.

 

"Eures fornisce una miniera di opportunità di lavoro e servizi a persone in cerca di un impiego disposte a spostarsi in un altro Paese dell'Unione europea", spiega Cécile Kyenge, eurodeputata Pd. "Un passo in avanti per dare una risposta concreta a un tema delicato come la disoccupazione".

 

Già oggi, grazie al portale Eures, chi cerca lavoro in Europa può non soltanto consultare le offerte disponibili nel proprio settore in tutti i 28 Paesi Ue, ma anche ricevere consigli utili e supporto online nella propria lingua da consulenti specializzati. Una sezione apposita del portale offre finanziamenti economici a chi deve recarsi in un altro Paese per un colloquio di lavoro o iniziare un corso di lingua finalizzato ad un'assunzione. Inoltre sulla piattaforma online è possibile inserire il proprio CV consultabile da migliaia di datori di lavoro in tutta Europa. Dopo il voto del Parlamento europeo è atteso un passaggio formale in Consiglio Ue e la successiva pubblicazione in Gazzetta ufficiale Ue con due anni di tempo concessi ai governi nazionali per applicare le nuove regole su Eures.

 


(Segui ANSA Europa su Facebook e  Twitter)

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati