Percorso:ANSA > Europa > Internet e società > Digitale:monito tlc,Ue sia leader o rischi 50% posti lavoro

Digitale:monito tlc,Ue sia leader o rischi 50% posti lavoro

Studio Etno, passare da 100mln perdite giorno a +4mld valore

27 settembre, 13:20
(ANSA) - BRUXELLES, 27 SET - L'Ue deve abbracciare la trasformazione digitale e diventare leader sul mercato mondiale, altrimenti sarà destinata a continuare a perdere, dall'occupazione sino al clima. E' il monito lanciato dagli operatori tlc di Etno, che hanno pubblicato uno studio realizzato da Accenture Strategy da cui emerge che senza una decisa azione di politiche e industria nel digitale in Europa "oltre il 50% degli attuali posti di lavoro potrebbe essere colpito" dalla digitalizzazione portata avanti nelle altre regioni del mondo.

L'Europa, infatti, da dieci anni perde ogni giorno 100 milioni di euro a vantaggio del tech Usa e asiatico, quando potrebbe invece guadagnare 4 miliardi di valore se fosse al centro dell'ecosistema digitale. Sempre secondo lo studio, basato sul valore aggregato della digitalizzazione tra 2015 e 2025, una vera 'rivoluzione digitale' Ue potrebbe anche aiutare a ridurre del 34% le emissioni di CO2 entro il 2030, evitando 72 milioni di 'rifugiati climatici' potenziali. Arriverebbero poi all'11% gli europei con qualifiche di alto livello online, facendo salire al 29% degli investimenti nella regione contro il rischio di avere invece meno del 10% degli 'unicorni' mondiali. Gli operatori tlc sono pronti quindi ad agire e hanno cominciato a modificare il loro modello di business puntando su un sistema a piattaforma, in quanto già ora sono al massimo delle possibilità di investimento con un aumento al 22% dal 18-19% abituale. Con "l'Internet di Tutto", gli operatori puntano a collaborare su città intelligenti, edifici pubblici connessi, digitalizzazione dei trasporti, identità e sanità digitali. "E' in corso un cambiamento di mentalità maggiore" nelle tlc, sottolinea l'ad di Vodafone Vittorio Colao. Il 5G, infatti, evidenzia l'executive di Tim Arnaud de Puyfontaine, "avrà l'impatto più profondo sulla nostra esperienza digitale", ed è per questo che "abbiamo bisogno un quadro di politiche che guardino avanti consentendo agli attori europei di guidare a livello globale infrastrutture 5G e servizi innovativi".(ANSA).


(Segui ANSA Europa su Facebook e  Twitter)

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA