Percorso:ANSA > Europa > Europa dei Giovani > L'ungherese Navracsics prossimo commissario all'educazione

L'ungherese Navracsics prossimo commissario all'educazione

Ma su esame al Parlamento europeo pende ombra sue azioni in governo Orban

17 settembre, 11:37
Tibor Navracsics (a sinistra) Tibor Navracsics (a sinistra)

BRUXELLES - L'ungherese Tibor Navracsics sarà il nuovo Commissario Ue responsabile per Educazione, cultura, politiche giovanili e cittadinanza all'interno del nuovo collegio di commissari di Jean-Claude Juncker. Adesso Navracsics, come gli altri commissari designati, verrà ascoltato dalle commissioni competenti del Parlamento europeo. Se riceverà il via libera, succederà alla cipriota Androulla Vassiliou dal prossimo 1 novembre. Rientrano nelle sue competenze la direzione generale Educazione e cultura, il Centro comune di ricerca (CCR), parte dell'Agenzia esecutiva per l'istruzione, gli audiovisivi e la cultura, nonché svariati programmi su educazione, cultura e cittadinanza.

 

Navracsics, 48 anni avvocato, è attualmente ministro degli Affari esteri e del Commercio del governo di destra di Viktor Orban, carica che ricopre dal giugno 2014. Ex professore universitario - nel 2007 è stato nominato "miglior professore dell'anno" all'università di Budapest - è un esperto di politiche balcaniche, tanto che parla anche serbo e croato. Una curiosità: la sua pagina wikipedia contiene anche una breve versione in lingua latina. Come ministro della Giustizia e vice Premier del primo governo Orban nonché membro forte del partito Fidesz - del quale è considerato una voce moderata - è stato al centro di un'accesa polemica per lo scontro tra Budapest e Bruxelles su alcune misure prese negli anni passati dal governo ungherese riguardanti la libertà della stampa fortemente criticate dall'Unione europea perché considerate liberticidi.

 


(Segui ANSA Europa su Facebook e  Twitter)

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA