Regioni europee in campo per accelerare la spesa dei fondi Ue

Assessore Marche Bora relatrice CdR su rafforzamento competenze PA

Redazione ANSA BRUXELLES

BRUXELLES - Il Comitato europeo delle Regioni (CdR) scende in campo per potenziare le competenze delle amministrazioni locali in vista della della prossima programmazione comunitaria 2021-2027, accelerando così l'assorbimento dei fondi strutturali e rendendone più efficace la spesa. A condurre oggi i lavori di un incontro a Bruxelles è stata l'assessore alle politiche comunitarie della Regione Marche, Manuela Bora, nominata relatrice di un parere d'iniziativa del CdR sul tema del rafforzamento amministrativo degli enti locali.

L'esordio di Bora come relatrice di un testo a Bruxelles vuole anche essere un riconoscimento per il lavoro fatto finora dalla Regione Marche, che è stata fra le più attive nel promuovere politiche di sostegno alle pmi e di sviluppo sostenibile, ma anche avviare percorsi di formazione con gli amministratori locali. Un esempio virtuoso in questo senso è stata la visita di 35 sindaci marchigiani a Bruxelles del febbraio scorso. Il parere del CdR si concentrerà sulla necessità di trovare nuovi strumenti di finanziamento per rafforzare la capacità amministrativa degli enti locali, visto che la linea di finanziamento esistente nella programmazione 2014-2020 potrebbe scomparire dal testo della prossima. Bora oggi ha incontrato una cinquantina di esperti europei, fra cui rappresentanti delle maggiori reti di enti locali e regionali. La commissione economica del CdR si esprimerà sul testo a ottobre, mentre a dicembre è previsto il voto in plenaria.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: