Lambertz, aumentare integrazione fra due sponde Mediterraneo

Presidente CdR a plenaria Assemblea regionale e locale euromediterranea

Redazione ANSA SIVIGLIA

SIVIGLIA - "Il Mediterraneo resta prima di tutto un mare di opportunità, in particolare per quanto riguarda l'integrazione economica, ambito nel quale i numerosi strumenti a nostra disposizione non sono ancora stati sfruttati appieno". Così il presidente del Comitato europeo delle Regioni (CdR), Karl-Heinz Lambertz, intervenendo alla decima sessione plenaria dell'Arlem (Assemblea regionale e locale euromediterranea), di cui è copresidente. "Abbiamo bisogno di rispondere alle sfide del Mediterraneo, che resta ancora una delle regioni meno integrate al mondo - ha continuato Lambertz - bisogna assicurare una convergenza delle norme e una maggiore apertura dell'economia". "Per accompagnare il processo d'integrazione euromediterranea verso una zona di condivisione e prosperità bisognerà contare su un'Unione europea attenta al suo vicinato, capace di rafforzare l'interdipendenza esistente fra le due sponde e pronta a proporre metodi innovanti e inclusivi di cooperazione", ha aggiunto Lambertz, lodando l'Arlem perché dal momento della sua creazione nel 2010, su iniziativa del CdR e delle autorità locali dell'area (oggi conta 80 membri), fornisce "un quadro stabile per il dialogo e la cooperazione".

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: