Percorso:ANSA > Europa > Europa delle Regioni > Esordio Marquis in Ue, 'importante far sentire nostra voce'

Esordio Marquis in Ue, 'importante far sentire nostra voce'

Presidente Valle d'Aosta al Comitato europeo delle Regioni

27 settembre, 15:17
Esordio Marquis in Ue, 'importante far sentire nostra voce' Esordio Marquis in Ue, 'importante far sentire nostra voce'

BRUXELLES - "Questo è l'organismo che porta la voce del territorio all'Unione europea" e "per noi è sicuramente importante portare il nostro modo di essere in questo contesto". Così il presidente della Valle d'Aosta Pierluigi Marquis iniziando il suo secondo giorno di lavori a Bruxelles nelle commissioni Risorse naturali (Nat) e Politica di coesione territoriale (Coter) del Comitato europeo delle Regioni (CdR).

 

"Ieri abbiamo trattato due problemi di rilevanza per la Valle d'Aosta come la costituzione degli 'Smart Village', ovvero l'abbattimento del 'digital divide' nelle zone rurali e di montagna" "per fare in modo che le persone possano mantenere la loro vita in montagna e sia garantito lo sviluppo turistico", spiega Marquis al suo esordio nel palazzo del CdR.

 

Il secondo tema trattato ieri è "la gestione dei servizi sanitari di prossimità, soprattutto per ciò che concerne i disabili, continua il governatore valdostano, "in Regione stiamo già andando verso quella linea d'indirizzo" "con una sinergia fra pubblico e privato", "è importante che l'Unione europea venga sensibilizzata su questo approccio, perché spesso e volentieri rileviamo la distanza dell'Ue dal territorio".

 


(Segui ANSA Europa su Facebook e  Twitter)

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA