Percorso:ANSA > Europa > Europa delle Regioni > Danzica controcorrente in Polonia per integrazione migranti

Danzica controcorrente in Polonia per integrazione migranti

L'esperienza del sindaco Adamowicz a un incontro con il papa

09 dicembre, 18:56
(ANSA) - BRUXELLES, 9 DIC - Il dramma dei migranti e dei rifugiati è al centro di una due giorni in Vaticano, dove sono arrivati sindaci (molte le donne) da tutta Europa per un incontro con papa Francesco. Una voce anche dalla Polonia, che sui migranti è tra i Paesi che vorrebbero un freno agli arrivi.

Non è così però a Danzica e lo racconta il suo sindaco Pawel Adamowicz.

"Danzica è la prima città in Polonia, e una delle prime nell'Europa centro-orientale, che ha un suo specifico programma di integrazione dei migranti", spiega il primo cittadino, impegnato su questo fronte anche a Bruxelles in qualità di membro del Comitato delle regioni, a fianco di colleghi italiani come Vincenzo Bianco, sindaco di Catania e relatore in materia di diritto d'asilo.

Un progetto, dice Adamowicz, che punta ad "aiutarli materialmente ma anche a farli sentire sicuri e a casa". Nella città c'è anche una consulta dei migranti che si occupa delle politiche di accoglienza e integrazione. "Danzica - dice il primo cittadino della città di Solidarnosc - è orgogliosa delle proprie radici interculturali e vuole procedere in questa direzione costruendo una società sempre più aperta e inclusiva".(ANSA).


(Segui ANSA Europa su Facebook e  Twitter)

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA