Percorso:ANSA > Europa > Economia e lavoro > Bilancio Ue: raggiunto accordo Consiglio-Parlamento

Bilancio Ue: raggiunto accordo Consiglio-Parlamento

Dopo la riunione di urgenza tra Barroso, Schulz e Kenny

27 giugno, 16:00
Martin Schulz Martin Schulz

BRUXELLES - E' stato raggiunto l'accordo tra Parlamento e Consiglio sul bilancio 2014-2020 dell'Ue al termine di un incontro di urgenza tra le tre istituzioni europee convocato per stamani alle 8 dal presidente della Commissione Ue Jose Manuel Barroso, con il presidente del Parlamento Martin Schulz ed il premier irlandese Enda Kenny.

 

SCHULZ: LOTTERO' PER AVERE SI' PARLAMENTO - ''Lottero' per trovare una maggioranza in Parlamento''. Lo ha detto il presidente Martin Schulz nella conferenza stampa dopo ''l'accordo politico'' sul bilancio Ue 2014-2020 raggiunto nella riunione di stamani col premier irlandese Enda Kenny, detentore della presidenza di turno della Ue, nella sede della Commissione europea. Schulz ha spiegato che l'impegno per la piena flessibilita' ''permettera' di utilizzare tutti i 908 miliardi'' previsti nel bilancio pluriennale.

 

BARROSO: TROVATO "ACCORDO POLITICO" - Quello raggiunto oggi tra Martin Schulz e Enda Kenny sul bilancio pluriennale della Ue e' ''un accordo politico'' che ''dovra' essere formalmente confermato'' da Parlamento e Consiglio. Lo ha detto il presidente della Commissione europea, Jose' Manuel Barroso, definendo il compromesso ''un buon accordo per la Ue, per i suoi cittadini e per l'economia europea'' perche' ''rende possibili gli investimenti per la crescita''. Barroso ha affermato che l'accordo trovato permettera' di anticipare l'uso dei fondi ''per l'occupazione giovanile, per la ricerca, per i giovani ed in particolare per Erasmus, e per le Pmi, inoltre i paesi che lo vorranno potranno aumentare i fondi per la poverta'''. Tra le condizioni poste dal Parlamento europeo c'era anche l'impegno a ripianare il buco da 11,2 miliardi nel budget 2013. Il presidente della Commissione ha letto la dichiarazione del Consiglio secondo la quale la 'manovra correttiva' dovra' essere approvata dal Consiglio ''al piu' tardi entro l'Ecofin del 9 luglio''.

 

KENNY: MI ASPETTO SOSTEGNO DA TUTTI GOVERNI - ''Mi aspetto che tutti gli stati membri daranno il loro sostegno'' all'accordo sul bilancio pluriennale dell'Unione europea raggiunto stamani con il presidente del Parlamento europeo. Lo ha detto il premier irlandese Enda Kenny, rispondendo ai giornalisti che chiedevano quali argomenti trovera' per convincere i paesi 'rigoristi' ed in particolare Gran Bretagna e Germania.

 

 


(Segui ANSA Europa su Facebook e  Twitter)

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA