Percorso:ANSA > Europa > Economia e lavoro > Banche: Ue trova intesa su mutui, piu' tutele per chi compra

Banche: Ue trova intesa su mutui, piu' tutele per chi compra

Barnier, ora fine a eccessi che han portato a crisi

23 aprile, 12:21
(ANSA) - BRUXELLES, 23 APR - Intesa raggiunta tra Parlamento, Consiglio e Commissione Ue sulle nuove regole comuni europee sui mutui, che danno piu' tutele a chi chiede un prestito per comprare casa e mettono fine agli eccessi che hanno portato allo scoppio della crisi finanziaria. La direttiva Ue prevede in particolare una maggiore informazione su costi e conseguenze per chi si indebita, una migliore protezione sia dalle fluttuazioni del mercato che in caso di difficolta' a ripagare il prestito. E anche chi vende i crediti ipotecari, per esercitare la professione dovra' essere autorizzato, registrato e supervisionato dalle autorita' nazionali. ''Questa direttiva aiutera' a mettere fine agli eccessi e a favorire pratiche creditizie responsabili'', ha dichiarato il commissario Ue al mercato interno Michel Barnier dopo l'accordo, ricordando che ''la crisi finanziaria e' cominciata con i subprime negli Usa dove i mutui venivano concessi senza controllare se chi li sottoscriveva potesse ripagarli, e dove consumatori male informati e vulnerabili sono stati incoraggiati a prendere rischi eccessivi''. Anche in Europa, ha sottolineato il commissario Ue, ''abbiamo visti eccessi simili'', come per esempio il boom immobiliare e poi l'inevitabile scoppio della bolla in Spagna e Irlanda. Con conseguenze ''enormi'', ha aggiunto Barnier, per l'intero settore finanziario e l'economia.

Con le nuove norme viene anche introdotto un periodo di 'grazia' di 7 giorni per riflettere sulle condizioni del mutuo o, se chi lo sottoscrive ha gia' firmato, puo' ancora fare marcia indietro. Le nuove regole devono ora essere formalmente approvate da Consiglio e Parlamento Ue. (ANSA).


(Segui ANSA Europa su Facebook e  Twitter)

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA