Percorso:ANSA > Europa > Consumi e consumatori > Zullo(M5S), Pd contro 'Made in',censurati nostri emendamenti

Zullo(M5S), Pd contro 'Made in',censurati nostri emendamenti

Su falsariga proposta Tajani, bloccata in Consiglio da 2016

03 settembre, 19:47
(ANSA) - BRUXELLES, 3 SET - "L'Europa boicotta il 'Made In'" e il Pd in particolare "ha fatto orecchie da mercante" contribuendo "ad affossare gli emendamenti" presentati dal M5S a suo sostegno. E' la denuncia lanciata dall'eurodeputato pentastellato Marco Zullo dopo l'approvazione da parte della commissione mercato interno del 'Pacchetto merci', che rafforza la sorveglianza di mercato sui prodotti e di cui Nicola Danti (Pd) era uno dei relatori. Gli eurodeputati del Movimento Cinque Stelle avevano infatti chiesto di inserire alcune misure sulla falsa riga della proposta legislativa del 2013 che, per garantire una maggiore tracciabilità delle merci e quindi aumentarne le garanzie di sicurezza, introduceva l'obbligo di origine 'Made in Ue' o il nome dello stato membro, avanzata dall'allora commissario Ue all'industria Antonio Tajani ma poi arenatasi nel 2016 al Consiglio per l'opposizione di diversi stati membri. "Con una decisione assurda la commissione per il mercato interno e la protezione dei consumatori del Parlamento europeo ha censurato i nostri emendamenti sul 'Made in', sul Paese d'origine e i requisiti della tracciabilità dei prodotti", denuncia Zullo, aggiungendo di essere consapevole della "delicatezza dell'argomento" ma che nel corso dei lavori parlamentari "non ci è mai stata fatta richiesta né di ritirare né di ammorbidire la nostra proposta". Impedirne il voto inserendo gli emendamenti sotto un articolo diverso secondo cui sarebbero stati ridondanti, "è stata una furbata" per cui "viene a mancare il confronto democratico", ha denunciato l'europarlamentare M5S. "C'è tanta amarezza per l'ennesimo autogol della maggioranza del Parlamento europeo formata da Ppe e S&D che nega persino il voto su provvedimenti utili al settore produttivo e ai consumatori" e ora, conclude Zullo, con "il Pd in Commissione" che "ha fatto orecchie da mercante e ha contribuito ad affossare gli emendamenti per il 'Made in'", ora "tutti sanno chi difende davvero e non solo a parole le eccellenze del nostro Paese".(ANSA).


(Segui ANSA Europa su Facebook e  Twitter)

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA