Percorso:ANSA > Europa > Consumi e consumatori > Erasmus+, Parlamento Ue chiede più fondi per il post 2020

Erasmus+, Parlamento Ue chiede più fondi per il post 2020

Risorse da altri fondi,più attenzione a apprendimento permanente

14 settembre, 13:17
(ANSA) - STRASBURGO, 14 SET - Garantire un finanziamento adeguato ed a lungo termine al programma europeo di maggior successo, quell'Erasmus che in 30 anni ha portato 9 milioni di studenti in un altro paese e che però soffre di cicliche minacce di tagli. E' questo ciò che ha chiesto il Parlamento Ue approvando una risoluzione non legislativa che detta le linee di Strasburgo per lo sviluppo ed il finanziamento dell'Erasmus+ per i prossimi anni. Gli eurodeputati spingono per un aumento del bilancio complessivo, al momento fermo a 2.11 miliardi, per il post 2020, canalizzando anche risorse supplementari provenienti da altri fondi Ue, come quelli per lo sviluppo regionale e sociale. L'aumento del bilancio, sostiene l'eurocamera, dovrà permettere di raggiungere gruppi sempre più diversificati di persone. Altro punto fortemente sottolineato dal Parlamento Ue è quello di garantire una maggiore attenzione all'apprendimento permanente, alla mobilità degli apprendisti e all'istruzione informale. La risoluzione chiede inoltre agli Stati membri maggiori sforzi per garantire un facile riconoscimento dei crediti ottenuti durante l'Erasmus tramite il Sistema europeo di trasferimento e accumulo dei crediti (ECTS) e un ammodernamento dell'istruzione e formazione professionale (IFP), adeguandola all'era digitale. Il Parlamento Ue sarebbe inoltre favorevole a un accordo post-Brexit per consentire la mobilità permanente di studenti e insegnanti tra l'Ue ed il Regno Unito.(ANSA).


(Segui ANSA Europa su Facebook e  Twitter)

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA