Polonia: Ue 'molto preoccupata' per stato di diritto

A causa legge sui giudici, 'non esiteremo a prendere misure'

Redazione ANSA

BRUXELLES - La Commissione Ue è "molto preoccupata" per la situazione dello stato di diritto in Polonia, dopo che la Camera bassa (Sejm) del Parlamento di Varsavia ha respinto la decisione del Senato di non accogliere la nuova controversa legge sul sistema della giustizia, con la quale viene drasticamente limitata l'autonomia dei giudici polacchi. Lo ha dichiarato un portavoce della Commissione Ue.

"La nostra posizione è stata chiara fin dall'inizio", ha aggiunto il portavoce, ricordando che in una lettera del 19 dicembre la commissaria Ue alla Trasparenza, Vera Jourova, ha "chiesto alle autorità polacche di non portare avanti il processo di adozione della normativa senza ulteriori consultazioni". "Continueremo a seguire da vicino gli sviluppi e analizzeremo il testo finale della legge per verificarne la compatibilità con le norme Ue, e non esiteremo a prendere le appropriate misure se necessario", ha continuato il portavoce, annunciando che Jourova sarà la settimana prossima in Polonia.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: