Clima: l'Eurocamera chiede di abolire la doppia sede

Passa emendamento Ecr a testo su emergenza ambientale

Redazione ANSA

BRUXELLES/STRASBURGO - L'Eurocamera "chiede a tutti gli Stati membri di concordare" sul fatto di avere "una sede unica del Parlamento europeo". È il contenuto di un emendamento presentato dai Conservatori Ecr alla risoluzione per dichiarare l'emergenza climatica in Europa, passato con 405 sì, 219 contrari e 41 astensioni.

Oltre all'Ecr, hanno votato per l'abolizione della doppia sede di Strasburgo la maggioranza degli eurodeputati del Ppe, di Renew Europe, dei Verdi, di Identità e democrazia (Id), mentre la Sinistra Gue si è spaccata e la maggioranza dei socialisti S&D ha votato contro. In aula è passata anche la prima parte dell'emendamento dell'Ecr, spezzato in due prima del voto, in cui l'Eurocamera propone di "adottare misure proprie per ridurre le emissioni" di CO2, inclusa la sostituzione dei suoi attuali veicoli con altri "a zero emissioni".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il progetto è stato cofinanziato dall'Unione europea nel quadro del programma di sovvenzioni del Parlamento europeo nell'ambito della comunicazione. Il Parlamento europeo non ha partecipato alla sua preparazione e non è in alcun modo responsabile delle informazioni o dei punti di vista espressi nel quadro del progetto, né si considera da essi vincolato. Gli autori, le persone intervistate, gli editori o i distributori del programma ne sono gli unici responsabili, conformemente al diritto applicabile. Inoltre il Parlamento europeo non può essere ritenuto responsabile di eventuali danni diretti o indiretti derivanti dalla realizzazione del progetto."