Manovra: Tajani, si infileranno mani in tasche degli italiani

'Limitazione a uso contante farà danno enorme ai commercianti'

Redazione ANSA BRUXELLES

BRUXELLES - "Mi pare che la manovra non esista. Tutto quello che traspare è che ci sarà ancora un aumento della pressione fiscale. Si infileranno ancora le mani nelle tasche degli italiani perché non sanno dove trovare i soldi". Così il presidente della commissione Affari costituzionali del Pe, Antonio Tajani. Il governo "deve mandare a Bruxelles il testo, ma si ridurranno alle 9 di questa sera - aggiunge - ancora una volta dilettanti allo sbaraglio, non è cambiato nulla rispetto al procedente governo, anzi questo rischia pure di essere peggio. Litigano, si dividono, e purtroppo a pagare sono gli italiani e il ceto medio".

"Questa limitazione all'uso del contante farà un danno enorme ai commercianti - insiste Tajani - è solo un modo per conculcare la libertà di chi va a fare spese. Per combattere l'evasione bisogna abbassare le tasse, fare una flat tax al 23%".

Tajani è duro anche sulla proposta di carcere per gli evasori: "non arrestano neanche i terroristi e i delinquenti, figuriamoci se vanno a trovare gli evasori o li mandano in carcere. È una scelta ridicola di un governo che non sa dove mettere le mani". 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: