Giustizia: Italia quinta in Ue per mandati d'arresto europeo

Nel 2017 oltre 17mila in Europa. Francia al top su terrorismo

Redazione ANSA BRUXELLES

BRUXELLES - L'Italia è tra i cinque Paesi Ue più attivi nell'emissione dei mandati d'arresto europeo: nel 2017 sono stati 1.291 quelli richiesti dalle autorità giudiziarie del nostro Paese. Emerge dalle statistiche annuali pubblicate dalla Commissione Ue sull'utilizzo dello strumento giudiziario transfrontaliero nato nel 2004 per consegnare rapidamente alla giustizia i responsabili di reati gravi.

Nel complesso, nel 2017 sul territorio Ue sono stati emessi oltre 17mila mandati d'arresto transfrontalieri, di cui 6.317 quelli eseguiti. La Germania, con 2.600, detiene il record di mandati emessi (1.234 eseguiti), seguita da Polonia con 2.432 (1.349 eseguiti), Ungheria con 1.376 (239 eseguiti), Romania con 1.350 (515 eseguiti), Italia con 1.291 (405 eseguiti), e Francia con 1.271 (376 eseguiti). Se si guarda ai reati esclusivamente connessi al terrorismo, i mandati d'arresto europeo emessi nell'Ue nel 2017 sono stati 241, con le autorità giudiziarie francesi che da sole ne hanno richiesti 183, seguite da quelle italiane (30). I reati su cui l'Italia è risultata più attiva sono invece collegati al furto e agli atti vandalici (423 mandati emessi) e al traffico di droga (263).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: