Ue-Cuba: Mogherini a L'Avana per bilaterale e Venezuela

Sull'isola prende il via il secondo Consiglio congiunto bilaterale

Redazione ANSA

L'AVANA - Il governo di Cuba ha assicurato, alla vigilia dello svolgimento a L'Avana del secondo Consiglio congiunto bilaterale fra Unione europea (Ue) e Cuba, che con Bruxelles "sono più i punti che ci uniscono che quelli che ci dividono". L'Alto Rappresentante comunitario per la politica estera, Federica Mogherini, che presiederà il Consiglio insieme al ministro degli Esteri cubano Bruno Rodríguez, è giunta venerdì a L'Avana nel quadro di un viaggio in America latina che la vedrà anche in Messico e in Colombia.

Nell'agenda della Mogherini, oltre alla revisione delle relazioni bilaterali con i Paesi visitati, vi è anche un esame delle prospettive di soluzione della crisi venezuelana. I media cubani rilevano che la conferenza nella capitale cubana si svolge in un momento politicamente molto delicato in cui l'isola affronta un ulteriore rafforzamento delle sanzioni imposte dagli Stati Uniti, in vigore da quasi 60 anni. In passato la Ue ha avuto modo di manifestare ripetutamente la propria contrarietà a queste sanzioni, e in particolare a quella voluta da Donald Trump che, utilizzando un paragrafo mai applicato della Legge Helms-Burton, permette ora l'apertura di processi negli Stati Uniti contro compagnie straniere che abbiano realizzato investimenti in proprietà che negli anni '60 furono confiscate a persone ora cittadini statunitensi. Per quanto riguarda infine il Venezuela, sostengono fonti ufficiali locali, si tratta di un punto di divergenza fra Cuba e la Ue, perché L'Avana è un alleato deciso del governo del presidente Nicolas Maduro, al quale però quasi tutti gli Stati europei negano legittimità.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: