Ilva: Corte Strasburgo boccia la richiesta di nuovo giudizio

Diventa definitiva la condanna dell'Italia di gennaio scorso

Redazione ANSA

STRASBURGO - La Corte dei diritti umani non ha accettato la richiesta di un nuovo pronunciamento presentata dal gruppo di cittadini italiani che a gennaio scorso fece condannare l'Italia per le emissioni dell'Ilva. I cittadini volevano rinviare il caso alla più alta istanza della Corte, la Grande Camera, per ottenere il riconoscimento della responsabilità dello Stato anche per i danni causati alla salute. La sentenza di condanna dell'Italia emessa all'inizio dell'anno diventa quindi definitiva.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: