Fondi Ue: D'Amato (M5S), battaglia al Parlamento europeo contro austerity

Eurodeputata, 'macrocondizionalità economica' è arma di ricatto

Redazione ANSA BRUXELLES

BRUXELLES - "Il Movimento 5 Stelle ha deposito un emendamento per la cancellazione della macrocondizionalità dal nuovo regolamento 'Disposizioni Comuni' che fissa le nuove norme per l'erogazione dei fondi di coesione. Il provvedimento sarà votato la settimana prossima a Strasburgo e noi abbiamo chiesto una votazione palese: i cittadini devono sapere chi difende l'austerity e i suoi assurdi vincoli e chi invece difende i loro interessi". Così in una nota l'europarlamentare del Movimento 5 Stelle Rosa D'Amato.

 

"La macrocondizionalità - aggiunge - è un'arma di ricatto nei confronti delle politiche economiche dei Paesi membri, come già ribadito dal ministro Barbara Lezzi, ed è uno strumento assurdo da cui derivano sanzioni che peggiorano ulteriormente la situazione dei conti pubblici dei Paesi colpiti, con ripercussioni sui bilanci di regioni e comuni. Ci appelliamo a tutti i parlamentari europei: dite no a queste norme assurde che penalizzano solo i cittadini", conclude D'Amato. Il voto sul testo è previsto per mercoledì a Strasburgo.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: