Europee: Pe-Cese insieme per voto consapevole

Tajani: 'Queste elezioni determineranno il futuro d'Europa'

Redazione ANSA BRUXELLES

BRUXELLES - Sensibilizzare l'opinione pubblica sulle elezioni europee e incoraggiare la partecipazione dei cittadini al voto di maggio: è lo scopo della dichiarazione congiunta firmata dall'Europarlamento e dal Comitato economico e sociale europeo (Cese) in vista delle elezioni Ue. "Il Parlamento europeo è impegnato a fornire risposte alle esigenze e alle priorità dei cittadini, in particolare su lavoro, crescita, sicurezza, migrazione e cambiamento climatico", e il Cese "può svolgere un ruolo essenziale con partner sociali e società civile in questa campagna elettorale che determinerà il futuro d'Europa", ha spiegato il presidente dell'Eurocamera Antonio Tajani. "Non c'è alternativa all'essere uniti", ha fatto eco il presidente del Cese Luca Jahier. Secondo i presidenti di Europarlamento e Cese, euroscettici e populisti utilizzeranno ogni tipo di argomento per portare l'opinione pubblica a loro favore nel corso della campagna elettorale. Le istituzioni dell'Ue dovrebbero quindi reagire alle fake news e assicurarsi che la verità non si oscurata dalla propaganda. I progetti comuni inclusi nella dichiarazione prevedono campagne di sensibilizzazione in tutte le attività organizzate dal Cese, inclusa la convention dei cittadini del 2019 "Your Europe, Your Say" che avrà un focus su elezioni e giovani. Il Parlamento europeo negli scorsi mesi ha lanciato la campagna 'Stavoltavoto' in vista delle elezioni Ue.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il progetto è stato cofinanziato dall'Unione europea nel quadro del programma di sovvenzioni del Parlamento europeo nell'ambito della comunicazione. Il Parlamento europeo non ha partecipato alla sua preparazione e non è in alcun modo responsabile delle informazioni o dei punti di vista espressi nel quadro del progetto, né si considera da essi vincolato. Gli autori, le persone intervistate, gli editori o i distributori del programma ne sono gli unici responsabili, conformemente al diritto applicabile. Inoltre il Parlamento europeo non può essere ritenuto responsabile di eventuali danni diretti o indiretti derivanti dalla realizzazione del progetto."