Alimentare: Eurocommerce, Pe rafforza multinazionali

Commercianti Ue contro ok a negoziato su pratiche sleali

Redazione ANSA BRUXELLES

BRUXELLES - Il via libera dell'Europarlamento al negoziato sulle pratiche sleali è caratterizzato da "emendamenti che sono senza dubbio guidati da un legittimo desiderio di aiutare gli agricoltori, ma renderanno invece più forti le già potenti multinazionali del cibo". E' la reazione di Eurocommerce, l'organizzazione dei rivenditori al dettaglio Ue, in una nota, dopo il voto della plenaria di Strasburgo che ha dato l'ok al rapporto De Castro sulla filiera alimentare e al negoziato con il Consiglio.

Eurocommerce ha sempre criticato l'ampliamento da parte dell'Europarlamento del campo di applicazione della direttiva a tutti i fornitori della Gdo e non solo alle Pmi agricole, come previsto dalla bozza presentata dalla Commissione europea. "Chiediamo ai negoziatori - conclude la nota - di assicurarsi che il testo finale adottato sia equilibrato e porti a risultati positivi per consumatori, Pmi, agricoltori e posti di lavoro in Europa".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."