Percorso:ANSA > Europa > Altre news > Cancelliere Kurz contro Orban, su diritti no a compromessi

Cancelliere Kurz contro Orban, su diritti no a compromessi

Ma il suo vice Strache propone alleanza con premier ungherese

11 settembre, 12:11
Cancelliere Kurz contro Orban, su diritti no a compromessi Cancelliere Kurz contro Orban, su diritti no a compromessi

BRUXELLES - Il cancelliere austriaco Sebastian Kurz ha annunciato che gli eurodeputati del suo partito - che fanno parte del Ppe - voteranno a favore delle sanzioni contro l'Ungheria domani in aula a Strasburgo. 

 

"Non si fanno compromessi sullo stato di diritto", ha detto Kurz nel corso di un'intervista con l'emittente nazionale austriaca "Orf", annunciando il voto degli eurodeputati del partito di centrodestra "Österreichische Volkspartei" per l'attivazione della procedura articolo 7 contro Budapest. "I valori essenziali devono essere protetti", ha insistito il premier austriaco, precisando di essere pronto anche ad appoggiare l'espulsione del partito di Orban "Fidesz" dal Ppe, se la maggioranza degli eurodeputati del gruppo voterà in aula per sanzionare Budapest sullo stato di diritto. Ma la linea di Kurz non è condivisa da tutti nel governo austriaco, dove anche c'è chi cerca di aprire all'Ungheria. Il vicecancelliere Heinz-Christian Strache, leader del partito nazionalista "Fpo", ha infatti lanciato su Facebook la proposta di formare un blocco comune all'Eurocamera con la formazione di Orban, aderendo così all'idea di un'internazionale sovranista proposta da Matteo Salvini.

 


(Segui ANSA Europa su Facebook e  Twitter)

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA