Percorso:ANSA > Europa > Altre news > Migranti: accordo Berlino-Madrid sui respingimenti

Migranti: accordo Berlino-Madrid sui respingimenti

Ancora in corso invece le trattative con Roma e Atene

13 agosto, 17:14
Il ministro degli Interni tedesco, Horst Seehofer, e la cancelliera, Angela Merkel Il ministro degli Interni tedesco, Horst Seehofer, e la cancelliera, Angela Merkel

BERLINO - Le trattative della Germania con la Spagna sui respingimenti immediati al confine di migranti che hanno già chiesto asilo in Spagna "si sono concluse". Lo ha affermato la portavoce del ministero dell'Interno tedesco, Eleonore Petermann, in conferenza stampa a Berlino. I migranti potranno essere respinti in Spagna nel giro di 48 ore, ha affermato la portavoce di Horst Seehofer. La misura vale a partire dall'11 agosto. "Madrid non ha chiesto nulla in cambio", ha chiarito, rispondendo a una domanda.

 

"Sono ancora aperte le trattative con Grecia e Italia", particolarmente importanti perché in quei paesi la pressione della migrazione è "particolarmente forte", ha affermato la portavoce del ministro dell'Interno tedesco dopo aver annunciato, nel corso della conferenza stampa di governo, che il negoziato con la Spagna, sul respingimento ai confini di migranti che abbiano già fatto richiesta di asilo in quel paese, è concluso con successo. Si tratta della misura sui movimenti migratori secondari, fortemente voluta dal ministro della Csu, che su questo tema ha trascinato nelle scorse settimane il governo in una grave crisi. Diversamente dalla Spagna, "in Italia e Grecia ci sono della aspettative", ha affermato la portavoce Petermann. In Grecia, a causa della catastrofe dell'incendio che ha colpito il Paese, "non abbiamo forzato oltre", ma le trattative andranno avanti. "Con l'Italia non ci sono novità", ha aggiunto. Petermann ha anche sottolineato che "i dettagli di questi negoziati, nel corso delle trattative, non dovranno essere resi noti", come spiegato dal ministro nelle scorse settimane.

 


(Segui ANSA Europa su Facebook e  Twitter)

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA